Tradotto da Federica Salzano, riletto da Lorena Papini

Recentemente è venuto alla luce un fatto: le truffe online giocano sempre di più con la paura per i virus. Bisogna analizzare tutto ciò da tre punti di vista; economico, finanziario e sociale, i quali fanno riferimento ai legami tra i paesi (Inter-Country Ties), una delle materie della Cyber Diplomazia che può costituire un legame tra il mondo dell’informatica e il (corona)virus.

CYBER?

Bisogna innanzitutto decodificare questi termini riportandoli al loro contesto di base:

  • Il termine cyberspazio o cyberworld si riferisce al mondo virtuale dei computer; si tratta più precisamente di un mezzo eletronico utilizzato dalla rete informatica mondiale per facilitare la comunicazione online.

  • Il termine Cyber Diplomazia si riferisce invece all’uso di questioni diplomatiche e cyber-digitali per risolvere problemi nel cyberspazio (Riordan, 2016)

  • I coronavirus (CoV) sono una grande famiglia di virus che causano malattie che vanno dal comune raffreddore, a malattie più gravi come la Sindrome Respiratoria del Medio Oriente (MERS-CoV) e la Sindrome Respiratoria Acuta Grave (SARS-CoV).

Un nuovo coronavirus (nCoV) è un nuovo ceppo che non è stato ancora identificato negli esseri umani. COVID-19 è la malattia infettiva causata dal coronavirus scoperto più di recente. Questo nuovo virus e questa nuova malattia erano sconosciuti prima dell’inizio dell’epidemia a Wuhan, in Cina, nel dicembre 2019. Dal 30 gennaio 2020, l’epidemia COVID-19 è stata dichiarata un’emergenza sanitaria pubblica di rilevanza internazionale.

  • Il cyberspazio è un luogo in cui Internet prospera, dove gli individui possono beneficiarne, interagire tra loro, ecc. Si stanno diffondendo su Internet notizie di ogni tipo, informazioni, articoli sul coronavirus (COVID-19). Tra queste, anche i canali televisivi (nazionali e internazionali) e i social media, ovvero il cyberspazio.

  • Il problema è che questo genere di comunicazione, originato dall’epidemia, stanno causando paura e caos in questo mondo iperconnesso in cui viviamo. Questo porta a problemi di altra natura che escono dal cyberspazio.

Come si diffonde il (corona)virus nel cyberspazio?

Partiamo da tre punti di vista per la nostra analisi: sociale, economico, finanziario. Poiché queste componenti sono interconnesse, se non interdipendenti, sono tutte aspetti importanti per l’attuale situazione. In effetti, dopo aver compreso l’entità del virus, sono sorti interessi differenti all’interno di vari settori intrinsecamente correlati.

Ciò va oltre le relazioni diplomatiche che devono essere mantenute per mantenere i legami commerciali nei vari Paesi. Ad esempio, può trattarsi di informazioni derivanti dal cyberspazio che si sono sviluppate rapidamente e che hanno portato a situazioni più complesse. Può essere il tipo di regime o di sistema politico in atto con un livello e una dimensione più elevati.

Dal punto di vista economico

Il virus ha un impatto enorme sulle grandi imprese come quelle del GAFAM ( Google, Amazon, Facebook, Apple e Microsoft). Secondo dei recenti articoli su Microsoft o Apple, vi sono delle forti conseguenze economiche per queste imprese in seguito alla diffusione del virus. In particolare, le aziende devono rivedere al ribasso i loro profitti e le loro previsioni (vendite, produzione ecc..) In termini di sicurezza informatica, e in particolare di violazioni di sicurezza, queste aziende si trovano ad affrontare problemi più tecnici. Infatti la maggior parte di esse consiglia ai suoi impiegati di lavorare da casa per limitare i contatti con gli altri o i rischi di contagio. Solo pochi membri del personale lavorano ancora sul loro posto di lavoro, dove vi sono (sempre meno persone e) quindi meno controlli di sicurezza verso ogni tipo di attacco informatico. Inoltre, un esempio di attacco informatico sarebbe legato all’acquisizione dei conti aziendali tramite malware. Ciò comporta, tra l’altro, molte altre conseguenze come perdite finanziare, economiche e del protocollo internet (IP). In altre parole, la situazione attuale va oltre l’epidemia di COVID-19. Si tratta di molti altri problemi e difficoltà che si stanno sviluppando in modo esponenziale.

Dal punto di vista finanziario

La caduta del mercato azionario di Wall Street è strettamente legata alla diffusione del coronavirus. Dal momento che la Cina è l’epicentro del contagio, il virus ha colpito le relazioni commerciali. L’impatto è stato più forte per ciò che riguarda l’import-export, ma si è avuto anche un forte impatto nel settore dei viaggi. Parliamo della desertificazione degli aeroporti e la cancellazione di molti volli e viaggi in tutto il mondo. Ciò ha causato enormi perdite finanziare ed economiche. Alcuni esperti hanno riferito che questa recessione è stata anche peggiore della crisi del 2008 (la bolla finanziaria). Ovviamente, mentre gli investitori cercano di acquistare, la paura del virus sta schiacciando un settore dopo l’altro.

Dal punto di vista sociale

Gli hacker e i criminali informatici hanno sfruttato la situazione a loro vantaggio diffondendo messaggi di truffa online che giocano sulla paura della gente. Tutto ciò a discapito dei cittadini, delle vittime e della popolazione mondiale, oltre qualsiasi confine o frontiera. Approfittano della situazione e usano il virus per sviluppare un’alternativa del tutto nuova alle loro attività, come catalizzatore di contenuti dannosi.

Il contributo della cyber diplomazia: competenze e pilastro

Una delle caratteristiche della diplomazia informatica, il mantenimento di contatti tra differenti paesi, sarebbe un collegamento tra il mondo informatico e il (corona)virus. Ciò riguarda principalmente gli effetti sugli accordi commerciali e le relazioni internazionali. Parliamo di Stati, Organizzazioni Inter-governative (OIG) e non governative (ONG), industrie, ecc.

In effetti questo legame verrebbe interpretato come qualcosa che trascende dalle relazioni diplomatiche, da attuare per mantenere i rapporti commerciali tra i differenti paesi.

Fin dall’inizio è esistita una strategia di disinformazione che ha portato la situazione mondiale da uno stato epidemico a uno stato pandemico. Questa va oltre le relazioni diplomatiche prima citate, che quindi devono essere rinforzate per assicurare continui legami commerciali tra Paesi. Inoltre le informazioni relative al cyberspazio hanno rapidamente oltrepassato i confini e portato a situazioni complesse.

Potrebbe interessarti anche